La Fantoccia del Valdarno

La Fantoccia del Valdarno

La storia della Fantoccia, tradizione locale riproposta dalla Pasticceria Bonci

La Fantoccia del Valdarno

Una tipica tradizione locale, caratteristica proprio del Valdarno aretino, che da tre generazioni si rinnova dapprima in Casa Bonci ed ovviamente nei laboratori della Pasticceria: stiamo parlando della Fantoccia della Befana.

Si tratta di un dolce che fonda le sue basi nelle tradizioni agresti di zona, sapientemente preparato nelle vecchie famiglie come dono da far trovare ai più piccoli in concomitanza con l’arrivo della Befana, coincidente con l’ultima festività del periodo natalizio.

La Fantoccia nasce proprio nelle campagne di Montevarchi e Terranuova Bracciolini, diffondendosi nei paesi limitrofi come un grande biscotto a forma di Befana (per le bambine) e di Cavalluccio (per i maschietti), decorato con cioccolatini ed altri dolciumi originariamente disponibili in casa, oggi divenuti confetti e praline di zucchero colorato (dette mompariglia).

La sua preparazione consiste nella sapiente lavorazione di un impasto a base di uova e farina, ingredienti semplici che la Pasticceria Bonci lavora manualmente con la consueta attenzione alla genuinità delle loro origini. Dopo il procedimento di stesura dell’impasto, attraverso le due forme tipiche si ottengono  basi da decorare (anch’esse manualmente), prima di passare da una cottura in forno di circa trenta minuti

Le antiche origini di questo simpatico e gustosissimo dolce dell’Epifania, come detto, risiedono in tempi lontani, quando le famiglie di contadini dovevano letteralmente inventarsi dei doni per i propri piccoli da inserire nelle cosiddette “calze della Befana”.

Nella sua versione primordiale infatti, la Fantoccia non nasceva con la sua consistenza di biscotto dal cuore morbido e la superficie croccante, bensì veniva ricavata dallo stesso impasto con cui quotidianamente si otteneva il pane. Per quelle famiglie che non potevano permettersi l’acquisto di regali ai propri figli, la mattina della Befana nei forni comuni si cuocevano queste variazioni dalla forma simpatica, arricchite con qualsiasi cosa fosse disponibile, decorate talvolta con piume di tacchino per abbellirle.

Si tratta quindi di una tradizione unica che resiste da decenni, sapientemente portata avanti dalla Pasticceria Bonci che, come di consueto, presenta alla propria clientela nel punto vendita di Via Vespucci n.101 a Montevarchi: le tipiche forme di Fantoccia e Cavalluccio sono disponibili in differenti formati di grandezza, conservando un sapore unico e gustoso.

 

Davide Torelli

RELATED ARTICLES

La Caffetteria Piansa, eccellenza Valdarnese

La Caffetteria Piansa, eccellenza Valdarnese

La Caffetteria Piansa di Terranuova Bracciolini è uno dei primi luoghi incontrabili non appena usciti dall&r

READ MORE
Pegna: dal 1860 eccellenze a Firenze

Pegna: dal 1860 eccellenze a Firenze

Una bottega storica nel pieno centro di quella che fu la Culla del Rinascimento, divenuta nel tempo il punto di rif

READ MORE

Leave a Reply